AGONIA (II ep. di AMORE E RABBIA)

AGONIA (II ep. di AMORE E RABBIA)

soggetto: ispirato al Vangelo di Luca, xiii, 6-9;
sceneggiatura: Bernardo Bertolucci con la collaborazione del Living Theatre;
fotografia (Eastmancolor-Technicolor, Techniscope, 2.35:1): Ugo Piccone;
[scenografia e costumi: Lorenzo Tornabuoni];
montaggio: Roberto Perpignani;
interpreti: Julian Beck (il Cardinale morente) e 24 attori del Living Theatre (fra cui Nona Howard, Steven Ben Israel, Jenny Hecht, Jim Anderson, Pamela Badyk, Birgit Knabe, Petra Furcht, Jim Tiroff, Bill Sherry, Rufus Collins, Henry Howard, Frank Hogeboom, Mary Mary Krapf, Luke Theodore, Souska Zeller, “Alexander”, “Diana”), Milena Vukotic (l’infermiera che assiste il Cardinale), Giulio Cesare Castello (Don Giulio), Adriano Aprà (chierico), Romano Costa (prete)];
produzione del film: Carlo Lizzani per Castoro Film srl (Roma)-Anouchka Film (Parigi);
Trama
In un grande appartamento quasi vuoto un uomo malato sta morendo. Dietro la porta della camera da letto, una ventina di misteriose creature vestite di stracci lo forzano a raggiungerli nello stanzone bianco adiacente. Lo insultano, lo molestano, quasi lo linciano, rimproverandogli lo stato attuale del mondo tra i conflitti e carestie. Quando poi il protagonista esala il suo ultimo respiro, anche i visitatori cadono come mosche, uno dopo l’altro. entrano infine un prete e i suoi assistenti. Man mano che questi stanno abbigliando il defunto per l’eternità, si nota che indossa proprio gli abiti di un principe della Chiesa.
Critica
“Sul Living c’è ormai tutta una letteratura, oltre che un mito di considerevole forza promozionale, e bisogna dare atto a Bertolucci di aver anticipato una moda anzichè subirla. [...] Ciò che colpisce di più in queste immagini è la raffinata eleganza della composizione, l’impginazione perfetta che il giovane regista sa dare alle invenzioni degli attori americani. [...] Bertolucci sottolina piuttosto la [loro] perfezione stilistica, l’aspetto estetizzante: più che la condanna dell’ignavo a [lui] interessa il cerimoniale dell’agonia. Solo in Prima della Rivoluzione [l’autore] ha parlato in prima persona, mettendo la passione davanti allo stile. Qui, come del resto in Partner, l’aggressività si spegne nella bravura, il saggio di messinscena rimane un po’ fine a se stesso”. (Tullio Kezich, Amore e rabbia, ‘Bianco e Nero’, XXX, n.8, luglio-agosto, 1969).
Notizie
Incasso: 25.919.000 lire.
Titolo di lavorazione dell’ep.: Il fico infruttuoso; titolo di lavorazione del film: Vangelo ’70. «La Castoro Film srl ringrazia i signori Puccio Pucci e Piero Badalassi, autori della idea base di un film dalla quale sono stati tratti gli episodi diretti da Carlo Lizzani, Bernardo Bertolucci, Pier Paolo Pasolini». Gli altri episodi sono di Carlo Lizzani (L’indifferenza), Pier Paolo Pasolini (La sequenza del fiore di carta), Jean-Luc Godard (L’amore), Marco Bellocchio (Discutiamo, discutiamo).
Ambientato in epoca indeterminata; girato in 13 giorni in studio nel giugno 1967 (secondo Bertolucci a Cinecittà).

Post correlati

In questa sezione

FACEBOOK

TWITTER

Ultime News

Comunicati stampa

Rimaniamo in contatto

Resta aggiornato su tutte le iniziative del Pesaro Film Festival

SPONSOR

)