Buffalo ’66

Buffalo '66

Billy Brown dopo cinque anni trascorsi in galera, ha due obiettivi: uccidere il giocatore dei Buffalo Bills, che con un tiro sbagliato gli ha fatto perdere una scommessa importante, e trovare una finta moglie da presentare ai suoi genitori.

Verrebbe da dire che questo è un film sulla bontà, se un’affermazione del genere non suonasse pericolosa in un tempo come il nostro, che pare emozionarsi solo di fronte alla sovraesposizione del male. Ma la bontà a cui penso non è rugiada o ovatta, non è consolazione o ritirata: è la forza di chi sa osservare pietosamente il dolore degli esseri umani, senza distogliere gli occhi.
Marco Lodoli, Il diario di 100 film, Torino, Einaudi, 1999

Vincent Gallo (Buffalo, 1961) oltre che regista e attore, è musicista, fotografo, pittore e scultore. Nel 1984 ha ricevuto il premio per la miglior colonna sonora alla Berlinale con il film di Eric Mitchell The Way It Is. Tra i ruoli più importanti, quelli in Arizona Dream di Emir Kusturica, Palookaville di Alan Taylor e Fratelli di Abel Ferrara.

Post correlati

In questa sezione

FACEBOOK

TWITTER

Ultime News

Comunicati stampa

Rimaniamo in contatto

Resta aggiornato su tutte le iniziative del Pesaro Film Festival

SPONSOR

)