C’eravamo tanto amati

C'eravamo tanto amati

Dalla Resistenza agli anni settanta, le vicende esistenziali di tre amici, Antonio, Gianni e Nicola, di- versi per temperamento e provenienza, e di una donna, Luciana, che segnerà le loro vite. Il restauro di C’eravamo tanto amati, che valorizza i passaggi tra bianco e nero e colore della pellicola originale, è stato realizzato dal Centro Sperimentale di Cinematografia-Cineteca Nazionale con la supervisione di Luciano Tovoli, a partire dai negativi originali della Dean Film.

“Se il film è servito agli italiani per conoscersi e capirsi un po’ di più, non è bastato però al paese per risolvere i suoi guasti. Ettore amava ripetere che se un film resta fresco e attuale, il merito non è tanto del regista e degli autori quanto un demerito della società che non ha risolto i suoi problemi. Sono fe- lice che sia stato restaurato in modo che altre generazioni possano continuare a vederlo. E a riflet- tere.” Silvia Scola

Post correlati

In questa sezione

FACEBOOK

TWITTER

Ultime News

Comunicati stampa

Rassegna stampa 2017

Tutta la Rassegna stampa 2017

Rimaniamo in contatto

Resta aggiornato su tutte le iniziative del Pesaro Film Festival

SPONSOR

)