Critofilm (foto ed ebook)

I film sul cinema esistono fin dal muto, ma in maniera sporadica. Dagli anni ‘60, a partire dalla famosa serie francese Cinéastes de notre temps (1964) curata da Janine Bazin e André S. Labarthe, la televisione ha incoraggiato questo tipo di produzioni. Negli anni ‘90, con l’arrivo del digitale, dei DVD e del web, essa si è moltiplicata in maniera esponenziale. Tanto che oggi possiamo considerare il critofilm o film essay un vero e proprio genere, con i suoi sottogeneri (film sulla storia del cinema, sulle cinematografie nazionali, sugli autori – registi o altro –, sui singoli film, sui making of, ecc. ecc.).

Critofilm è un termine proposto nel 1952 dallo storico dell’arte Carlo Ludovico Ragghianti per definire i film, da lui stesso realizzati, sulla pittura, e noi volentieri lo riproponiamo per il cinema. Vogliamo anche indicare come prospettiva ideale di questa pratica quella di un nuovo modo di fare critica, servendosi di uno strumento omologo a quello dell’oggetto di cui si parla, complementare e per certi versi superiore al saggio scritto, e che dovrebbe essere di stimolo ai critici di oggi e del futuro.

Nel preparare la rassegna ho visionato centinaia di film del genere, spesso extra di DVD. Il panorama si è rivelato immenso, tanto che abbiamo deciso di proseguire l’esperienza anche nel 2017, con un ulteriore programma.
Anche per ragioni di spazio, la selezione non è stata semplice. Dietro ogni titolo proposto ci sono diversi altri titoli possibili.

Il programma è disseminato in tre spazi: Teatro Sperimerntale dalle 22.30/23.00 con film di circa un’ora; Sala Pasolini dalle 15.00 con programmi di 120’ o 150’; Piazza prima del film di lungometraggio con un cortometraggio.

Abbiamo anche realizzato un eBook, con contributi italiani e stranieri: formula assai più dinamica del tradizionale libro, perché consente collegamenti interni ed esterni, fino alla possibilità di visionare esempi di critofilm postati sul web. È, credo, il primo su questo argomento.


NOTE TECNICHE PER L’EBOOK

per leggere il libro su computer bisogna scaricare e installare il programma ADOBE DIGITAL EDITION da qui (primo link se si ha un MAC, secondo link se si ha WINDOWS):
http://www.adobe.com/it/solutions/ebook/digital-editions/download.html
Non esistono versioni che "tutti possono leggere" o ci si scarica il programma apposito o niente.

Infatti gli ebook sono pensati per essere visualizzati principalmente sugli EREADER (che se uno possiede sa come usare) o sui TABLET dove basta scaricare il file e cliccarci sopra per farlo aprire in automatico.


Documenti allegati


Post correlati

In questa sezione

FACEBOOK

TWITTER

Ultime News

Comunicati stampa

Rimaniamo in contatto

Resta aggiornato su tutte le iniziative del Pesaro Film Festival

SPONSOR

)