I primi due film del Concorso: Free Range e il film d’apertura in piazza Swim Little Fish Swim

I primi due film del Concorso: Free Range e il film d’apertura in piazza Swim Little Fish Swim

Pesaro, 23 giugno. Nella prima giornata della 50. edizione della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro sono stati presentati i primi due film del Concorso Pesaro Nuovo Cinema. Il concorso è costituito da sette film provenienti da tutto il mondo realizzati da registi giovani, generalmente alla loro prima o seconda regia. Il Premio Lino Micciché al vincitore sarà assegnato da una giuria composta dall’attrice Maria De Medeiros, dalla sceneggiatrice Francesca Marciano, dal regista Daniele Vicari e dal critico e giornalista Silvio Danese.

Il primo film è stato Free Range – Ballad on Approving of the World dell’estone Veiko Õunpuu. La sua opera prima - Autumn Ball - ha vinto il premio Orizzonti alla Mostra del Cinema nel 2007, mentre con The Temptation of St.Tony ha debuttato al Sundance. Free Range è il suo terzo lungometraggio e vede protagonista Fred, un aspirante scrittore, oppresso dalla banalità della vita quotidiana e dall’ambiente che lo circonda. La sua crisi esistenziale diventa però di ben poco conto quando la sua fidanzata gli comunica di essere rimasta incinta e di voler tenere il bambino, mettendolo di fronte alle proprie responsabilità.

Il secondo film in Concorso presentato in giornata è stato proiettato all’aperto, in Piazza del Popolo, come inaugurazione del Cinema in Piazza e avvio formale della Mostra: si tratta della co-produzione franco-americana Swim Little Fish Swim di Ruben Amar e Lola Bessis. Coppia sia nel lavoro che nella vita i due si conoscono nel 2009 e collaborano insieme per la prima volta nel pluripremiato cortometraggio Checkpoint (2011) e per entrambi il film presentato a Pesaro rappresenta l’esordio nel lungometraggio. Lola Bessis ha infatti solo 21 anni ed è anche interprete del ruolo femminile principale del film, Lilas, giovane video artista che cerca di sfondare nell’arte contemporanea. Un giorno la ragazza incontra Leeward, uno strambo musicista che compone musica con strumenti costruiti con i giocattoli della propria figlia: il loro incontro potrebbe realizzare i sogni di entrambi in un viaggio onirico dall’infanzia all’età adulta.

Domani martedì 24 in programma un solo film del Concorso: il colombiano Tierra en la lengua di Rubén Mendoza, in programmazione al Teatro Sperimentale alle 16,45.

In questa sezione

FACEBOOK

TWITTER

Ultime News

Comunicati stampa

Rimaniamo in contatto

Resta aggiornato su tutte le iniziative del Pesaro Film Festival

SPONSOR

)