Il processo di Verona

Il processo di Verona

Cinque membri del Gran Consiglio del Fascismo votano l’ordine del giorno proposto da Dino Grandi, con l’intenzione di accelerare la caduta del governo Mussolini. Uno dei cinque è Galeazzo Ciano, genero di Mussolini. L’atto di ribellione di questi uomini viene pagato, qualche mese dopo, con il carcere e con il processo che si svolge a Verona. Il processo è manovrato dai tedeschi, con i quali Edda Ciano cerca di trattare promettendo loro i diari del marito. Una ragazza tedesca fa da tramite. All’improvviso però i tedeschi cambiano idea, i diari non interessano più. A Ciano è consigliato di inoltrare la domanda di grazia a Mussolini, ma questa non raggiungerà mai la sua meta, perché l’ala estremista del partito la blocca. All’alba dell’11 gennaio 1944, i cinque uomini sono fucilati.

Post correlati

In questa sezione

FACEBOOK

TWITTER

Ultime News

Comunicati stampa

Rimaniamo in contatto

Resta aggiornato su tutte le iniziative del Pesaro Film Festival

SPONSOR

)