La religione del mio tempo

La religione del mio tempo

Il reading “La Religione del mio Tempo” si sviluppa in tre atti (Ballata delle Madri; La Religione del mio Tempo; Una Luce) accompagnati dalla musica del chitarrista Paki Zennaro.

Perché Pasolini Giorgio Agamben scrive che “contemporaneo è colui il quale tiene fisso lo sguardo nel suo tempo, per perce- pirne non le luci, ma il buio (...) che è in grado di scrivere intingendo la penna nella tenebra del presente”. Pa- solini seppe scrutare con chiarezza spietata il buio del nostro presente e, con sguardo severo, il mutare inarrestabile della società italiana, che andava declinando i valori della neonata democrazia nel più ottuso con- formismo e nel consumismo del boom economico. Il mutamento antropologico della società italiana degli ul- timi vent’anni si è fatto più profondo e regressivo, nel segno dell’individualismo edonistico, dell’impoverimento culturale, della prevaricazione e dell’arrampicamento sociale. Ecco perché Pasolini è ancora così contempo- raneo. La sua opera poetica, inspiegabilmente dimenticata, fu critica feroce dell’oblio dei valori della resi- stenza, e narrazione di una società, quella italiana, incapace di farsi più uguale e più giusta. Il collerico e amorevole verso pasoliniano, è poesia che ancora illumina di speranza l’oscurità dei nostri giorni.

Pierpaolo Capovilla è uno dei grandi della musica indipendente italiana: nel 1996 fonda con Massimo Sartor il gruppo noise rock One Dimensional Man. Nel 2006 avvia assieme a Giulio Favero un nuovo progetto, Il Tea- tro degli Orrori. Nel 2011 è protagonista di un tour teatrale dove legge testi del poeta russo Vladimir Vladi- mirovi Majakovskij, accompagnato da Giulio Favero, che cura il sottofondo musicale. Il 2013 è l’anno de “La Religione del Mio Tempo”, che lo vede impegnato in un folto calendario di date in tutta Italia.
Nel 2014 è uscito il suo primo album solista di Capovilla, “Obtorto Collo”, molto diverso dalla musica de Il Tea- tro degli Orrori ma altrettanto interessante per la profondità narrativa e per gli arrangiamenti curati da Ta- keto Gohara.

Post correlati

In questa sezione

FACEBOOK

TWITTER

Ultime News

Comunicati stampa

Rimaniamo in contatto

Resta aggiornato su tutte le iniziative del Pesaro Film Festival

SPONSOR

)