La Russia in un Mar Nero

La Russia in un Mar Nero

Documentari dalla Russia / Rastorguev, le anime più stravaganti della Russia sulle sponde orientali del Mar Nero. E anche Putin fa una apparizione, vestito in modo casual


Continua anche per oggi l’omaggio che il Festival di Pesaro rende al trio di registi russi Antoine Cattin, Pavel Kostomarov e Aleksandr Rastorguev con una pellicola firmata da quest’ultimo nel 2005 dal lunghissimo titolo Dikij, dikij pljaz. Zar neznych / Tender’s Heat : Wild Wild Beach.
Durante i centoventicinque minuti di girato, l’autore vuole mostrare al mondo il fenomeno per cui in estate, uno sfrenato turismo inonda la costa orientale del Mar Nero. Nel film questo dato apparentemente irrilevante, si trasforma in un incredibile racconto delle anime più stravaganti della Russia, delle loro fantasie, perversioni e desideri, sullo sfondo del neocapitalismo odierno, ancora però radicato nell’antica era sovietica. Tra i protagonisti (anche Putin fa una apparizione, vestito in modo casual) spicca una giovane coppia perennemente ubriaca, un uomo con il suo cammello che si guadagna da vivere sulla spiaggia, un dongiovanni, e un nano che si sposa con una giovane donna. Il carattere dell’Uomo è sviscerato così nei suoi aspetti più complessi.

In questa sezione

FACEBOOK

TWITTER

Ultime News

Comunicati stampa

Rimaniamo in contatto

Resta aggiornato su tutte le iniziative del Pesaro Film Festival

SPONSOR

)