La videoarte israeliana

LE CONFESSIONI DI ROEE ROSEN E LA VIDEOARTE ISRAELIANA

Pesaro, 26 giugno. La giornata di oggi si è aperta al Teatro Sperimentale con The confessions of Roee Rosen del pittore, scrittore e regista Roee Rosen, personalissima docu-fiction che fa parte della retrospettiva sul Cinema Israeliano contemporaneo, in cui l’autore comincia le sue confessioni annunciando la propria morte imminente e rinnegando una carriera piena di bugie, scandali e false identità. Le confessioni sono trasmesse da tre portavoce – tre lavoratrici straniere residenti in Israele – che recitano tre monologhi in ebraico, una lingua che non conoscono. Le oratrici ignorano il significato dei testi, che sono una sorta di ibrido: basati sulla vita di Rosen ma al contempo parzialmente plausibili come dichiarazioni delle stesse lavoratrici straniere. Tra i temi affrontati, l’abuso delle vicende legate all’Olocausto, il razzismo in Israele e lo sfruttamento dei lavoratori.

A seguire, appuntamento con la Videoarte Israeliana, uno dei settori creativi nei quali la ricerca artistica d’Israele si è maggiormente sviluppata e lo spirito espressivo si è costantemente focalizzato su alcuni argomenti centrali come le questioni geopolitiche del Medio Oriente, il conflitto israelo-palestinese, i numerosi problemi della società israeliana e i rapporti interpersonali, utilizzando i media contemporanei in maniera personale e spesso anticonvenzionale.
Tra gli autori cui la Mostra del Nuovo Cinema dedica questa retrospettiva di videoarte ci sono: Yael Bartana, di cui vengono proposti Summer Camp (2007, 12’), A Declaration (2006, 7’), Odds and Ends (2005, 4’), Sirenís Song (2005, 4’), When Adar Enters (2003, 7’) e Kings of the Hill (2003, 7’); Doron Solomons, di cui vengono proposti Shopping Day (2006, 5’) e Father (2002, 13’); Guy Ben-Ner con Stealing Beauty (2007, 18’), Ayelet Ben Porat con T.M.B. (2001, 4’30”), Dana Levy con Hell Angels (2002, 3’30”), Avi Mograbi con Detail 4 (2004, 5’), Boaz Arad & Miki Kratsman con 21:40 (2002, 6’) e Yossi Attia & Itamar Rose con The State of Judeo-Arabia (2007, 4’30”).

 


Documenti allegati

In questa sezione

FACEBOOK

TWITTER

Ultime News

Comunicati stampa

Rimaniamo in contatto

Resta aggiornato su tutte le iniziative del Pesaro Film Festival

SPONSOR

)