Lo svitato

Lo svitato

Achille, fattorino nella redazione di un giornale milanese della sera, è scambiato per un giornalista e riesce a mettere insieme un articolo sportivo-sentimentale, che in un giorno di magra viene pubblicato dal giornale. Ha poi l’occasione di fare un reportage fotografico e un’intervista con il “mostro” della via Emilia che gli fruttano una gratifica e un elogio da parte del direttore. Nel frattempo ha conosciuto Gigi, un maneggione, il quale ha visto subito quale partito egli possa trarre dalla velleità giornalistiche e dall’ingenuità di Achille. Gigi induce quest’ultimo a preparare insieme un furto in grande stile, per essere poi il primo a darne la notizia sul giornale con particolari di grande interesse. Si tratta di rubare dei cani di razza di gran valore esposti in una mostra, sostituendoli con cani bastardi. I cani di razza dovrebbero quindi essere restituiti e Achille avrebbe così l’occasione di scrivere un secondo magistrale articolo sul loro ritrovamento. In realtà Gigi si è proposto di rubare i cani per davvero, approfittando dell’ingenuità d’Achille; ma in seguito a un incidente, le cose prendono un’altra piega: i cani vengono prelevati, ma poi fuggono e sono involontariamente scambiati con i bastardi. Così il colpo giornalistico è sfumato. Gigi però approfitta dell’occasione per portarsi via, insieme coi cani scambiati, Elena, la ragazza di cui Achille era innamorato. Il povero Achille riprende la sua grama vita. Troverà conforto nell’amore di Diana, l’ex amica di Gigi, che gli dimostra un’affettuosa simpatia.

Post correlati

In questa sezione

FACEBOOK

TWITTER

Ultime News

Comunicati stampa

Rimaniamo in contatto

Resta aggiornato su tutte le iniziative del Pesaro Film Festival

SPONSOR

)