24 giugno: Ksenia Rappoport in Piazza del Popolo, i protagonisti del cinema russo a confronto, l’Argentina in concorso e dal Giappone il surreale "Symbol"

24 giugno: Ksenia Rappoport in Piazza del Popolo, i protagonisti del cinema russo a confronto, l'Argentina in concorso e dal Giappone il surreale "Symbol"

CINEMA RUSSO CONTEMPORANEO / 16 registi e teorici a confronto
nella tavola rotonda sulla Nouvelle Vague di Mosca
Prosegue l’Omaggio Koktebel con Tale in the Darkness

CONCORSO PESARO NUOVO CINEMA / L’argentino El Pasante:
passione, mistero e incomunicabilità tra le pareti di un hotel

24. EVENTO SPECIALE / Carlo Lizzani: 7 nuovi film per un affresco italiano: dalla Roma bene alla Torino nera, fino alle Cronache di poveri amanti

BANDE A PART / Il folle e surreale Symbol,
opera giapponese che strizza l’occhio a Michel Gondry

CINEMA IN PIAZZA / Ksenia Rappoport grande protagonista
di Yuri’s Day di Kirill Serebrennikov

DOPOFESTIVAL / Notte di videoclip
Jacopo Rondinelli presenta in anteprima l’ultimo lavoro dei “Frigidaire Tango”

LIBRI A PALAZZO GRADARI / Simone Dubrovic e Daniela De Pau
presentano “Zoom d’oltreoceano”

Pesaro, 24 giugno – Autori, critici e teorici a confronto, dalle 10.30 al Teatro Sperimentale, nell’attesa Tavola Rotonda sul Cinema Russo Contemporaneo, protagonista a Pesaro di una delle più imponenti e articolate retrospettive di sempre, composta da oltre 20 film, Videoarte e un omaggio al movimento Cine Fantom. Ad analizzare tendenze, contraddizioni, punti di forza e di debolezza di una cinematografia in grande ascesa nei maggiori festival internazionali saranno Rustam Akhadov, Gleb Alejnikov, Tatiana Arzamasova, Irina Borisova, Olaf Möller, Ksenia Rappoport, Antonio Geusa, Boris Khlebnikov, Marina Razbezhkina, Larisa Sadilova, Alena Shumakova, Giovanni Spagnoletti, Bruno Torri, Vera Storozheva, Olga Strada, Boris Yukhananov.
La retrospettiva intanto prosegue con la proiezione di Tale in the Darkness di Nikolay Khomeriki – uno dei registi della “scuderia Koktebel” – racconto di una solitudine rivelata nel caos di una grande città sulla costa, e con la proiezione in Piazza di Yuri’s Day, che Kirill Serebrennikov ha girato dopo aver vinto la prima edizione del Festival di Roma con Playing the Victim. Grande protagonista della pellicola, e di questa giornata del festival, è l’attrice Ksenia Rappoport, che sullo schermo interpreta “Una donna forte che, mentre cerca di rompere il muro del suo egoismo, viene catapultata in una situazione inaspettata. Una donna che rinasce come madre”, come ha commentato il regista Serebrennikov. L’attrice è a Pesaro anche nella veste di giurata, al fianco del regista Marco Risi e del critico Enrico Magrelli.

L’Evento Speciale dedicato a Carlo Lizzani inizia al Cinema Astra alle 9.15 con Roma bene, per poi continuare con le proiezioni di Torino nera, Crazy Joe, Il gobbo, San Babila ore 20: un delitto inutile e, per finire, Storie di vita e malavita alle 23, in attesa del convegno-tavola rotonda in programma per domenica 27 giugno.

Il concorso riserva invece, alle 18.30, l’opera prima della regista argentina Clara Picasso El Pasante / The Intern, un’opera che “esamina i limiti tra le sfere pubblica e privata e le difficoltà dei rapporti umani di oggi, che spesso si fondano su basi virtuali”, come ha sottolineato la regista. Protagonisti della storia sono un ragazzo al suo primo lavoro come fattorino in un hotel e la receptionist incaricata della sua formazione. Nell’esplorare insieme l’albergo, i due stringono una relazione molto intima e, quando un ospite scompare, si imbarcano in un’indagine per svelare il mistero.

La sezione Bande à Part, alle 21.15 al Teatro Sperimentale, offre al festival un tocco di follia con il surreale Symbol di Matsumoto Hitoshi, regista giapponese che strizza l’occhio a Michel Gondry con la storia di un uomo che si risveglia misteriosamente intrappolato in una stanza bianca e vuota, con addosso un abito da clown a pois di un giallo brillante. L’autore è l’acclamato regista di Big Man Japan, presentato a Cannes nel 2007 nella sezione Quinzaine des Réalisateurs.

La notte di Palazzo Gradari si anima con le “False Partenze” della rassegna di videoarte curata da Antonio Pezzuto. Un DopoFestival caratterizzato dalle forme liquide e contaminate del videoclip e che, tra i titoli dei più interessanti esponenti della videoarte italiana, offre anche una gustosa anteprima: quella dell’ultimo lavoro dei “Frigidaire Tango”, storico gruppo della scena rock degli anni ’80 che ritorna finalmente con un brano inedito. Il video è firmato da Jacopo Rondinelli, a Pesaro per presentare l’opera.

L’appuntamento con l’editoria cinematografica si rinnova alle 19.45 a Palazzo Gradari con la presentazione di “Zoom d’oltreoceano” di Simone Dubrovic e Daniela De Pau.

In questa sezione

FACEBOOK

TWITTER

Ultime News

Comunicati stampa

Rimaniamo in contatto

Resta aggiornato su tutte le iniziative del Pesaro Film Festival

SPONSOR

)