SCENARI DAL TOTI-VERSO

SCENARI DAL TOTI-VERSO

Un omaggio a Gianni Toti attraverso le pellicole in 8 mm girate insieme alla moglie Marinka Dallos tra gli anni Sessanta e gli anni Settanta del Novecento. Una proiezione, in prima assoluta per la 49esima Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro, che è in realtà un work in progress suddiviso in stanze o capitoli che ripercorrono la vita, la profes- sione e gli scenari attraversati dal futuro poetronico in qualità di cineasta amatoriale e di reporter di viaggio. Attimi di vita familiare, a Roma e dintorni, oppure in quell’Ungheria sulle sponde del Balaton che popola le tele della moglie, pittrice naif originaria di Lorinci. Sguardi affettivi e documentaristici. Inviato per «Vie Nuove» e «Paese Sera», Toti visita l’Irlanda del Nord nel luglio del 1966 e la Spagna franchista, nel 1963. Barcellona, Granada, Siviglia. Ne immortala scorci, angoli e volti. Vola a Cuba, nel 1964: assiste ai festeggiamen- ti del Primo Maggio, conosce e ritrae Fidel Castro e Che Guevara. Registra le sue impres- sioni sulla carta tipografica e sulla pellicola con un unico fiato. Attraversa la Tunisia, poi la Siria. Perlustra i territori che faranno da sfondo al suo lungometraggio del 1973, E di Shaul e dei sicari sulle vie da Damasco: un film impegnato, sperimentale e scomodo, del quale, tra gli 8 mm conservati, rimangono tracce dei provini agli attori.

Il fondo di pellicole 8 e 16 mm di Gianni Toti e Marinka Dallos costituisce l’anticamera inedita e privata, militante e poetica di un percorso sperimentale e artistico complesso.

Alla presenza di Silvia Moretti e Paolo Simoni

Post correlati

In questa sezione

FACEBOOK

TWITTER

Ultime News

Comunicati stampa

Rimaniamo in contatto

Resta aggiornato su tutte le iniziative del Pesaro Film Festival

SPONSOR

)