SIGNES DE NUIT - IL CINEMA ESPANDE I PROPRIO LIMITI

Il Festival Internazionale Signes de nuit a Parigi, riunisce dei film che riflettono sulle nuove visioni, un immaginario originale e un approccio critico sui momenti cruciali dell’esistenza umana moderna. È il luogo del cinema che espande i propri limiti, di un cinema sorprendente, differente, libero dalle pressioni della tradizione, pronto a lanciarsi nella sperimentazione.

Le forme artistiche di questi film mescolano i parametri artistici: suono, composizione musicale, immagine, movimento, ritmo, testo, spazio e luce, non solamente a fini estetici, ma anche per permettere una comunicazione e una comprensione con spettatori di origini differenti, una sensibilizzazione a uno spazio culturale nuovo e qualche volta strano. È la responsabilità di un “cinema impegnato” e della produzione audiovisiva.

La preservazione di uno spazio libero è l’obbiettivo di Signes de nuit, le cui proiezioni si sono tenute in oltre sedici paesi come la Libia, Cuba, la Turchia, il Giappone, l’Australia, il Perù, la Slovenia, la Tunisia, la Lituania e la Russia, oltre che nell’annuale sede di Parigi, che vede quest’anno un programma costituito da film provenienti da circa trentacinque paesi.

Gli obietivi del festival internazionale Signes de Nuit di Parigi sono molteplici. Innanzitutto è una reazione alle maldicenze che vogliono perso il dinamismo della vita notturna della città. Bisognava dimostrare il contrario. In secondo luogo, è un forum per la giovane scena parigina del cinema independente, che cerca di promuoversi e di mostrare le proprie produzioni.

Terza cosa, a Parigi come ovunque, è importante mostrare la creazione internazionale, ricca e altamente differenziata nel campo del cortometraggio e del cinema sperimentale.

Il dinamismo, la libertà e la voglia di sperimentare dei film corti e sperimentali, probabilmente non hanno eguali nel mondo culturale attuale. Inoltre bisogna accrescere l’opportunità di una scena pubblica alternativa, controcorrente rispetto al mondo dei media, sempre più controllati e commercializzati. Un gesto essenziale per la sopravvivenza della cultura.

Il cinema delle differenze, della tresgressione e della sorpresa è potenzialmente libero da tutte le costrizioni imposte dalle istituzioni. Per presentare le sue visioni artistiche ha semplicemente bisogno di un proiettore e di una sala buia. I bassi costi di produzione rendono il cinema della differenza indipendente dalle contingenze commerciali e presentano una sfida permanente ai creatori pronti a fare esperienze dai risultati imprevisibili.

Dal momento che offrono una grande mobilità, il video, il digitale, e anche il super 8 e il 16mm, permettono delle forme d’incontro quasi spontanee fra registi e pubblico.

La maggior parte delle opere sono il risultato di un lavoro di squadra. Infine il cinema delle differenze è una delle forme d’arte fra le più diversificate e differenziate, in quanto riunisce suono, immagine, movimento, ritmo, testo e articolazione, spazio, luce e tempo, spiegando così il suo spettro assai ricco di variazioni.

Detto ciò, non resta che fare una scelta in questo fermento creativo, una scelta che non tradisca la diversità, che difenda la singolarità e che non eviti il confronto con la vita reale. 
Anche questo è il fine di Signes de Nuit.

Dieter Wieczorek - signesdenuit.free.fr

In questa sezione

FACEBOOK

TWITTER

Ultime News

Comunicati stampa

Rimaniamo in contatto

Resta aggiornato su tutte le iniziative del Pesaro Film Festival

SPONSOR

)