Sumashedshaya Pomosh

Sumashedshaya Pomosh

Jenya arriva a Mosca da un piccolo villaggio in cerca di lavoro. Raggranellato un po’ di denaro, sta per tornare a casa quando viene derubato di tutto ciò che ha. Solo in una città ostile, sta per rassegnarsi alla vita da senzatetto quando uno strano signore lo porta a casa sua e lo invita a unirsi a lui nella strana crociata che ha intrapreso contro il Male che sta corrompendo Mosca. Come Don Quisciotte e Sancho Panza, i due protagonisti ci trascinano in una commedia nera che richiama le atmosfere di Kaurismaki e Beckett, tra i cui interpreti la figlia di Nikita Mikhalkov.

Boris Khlebnikov - Biografia
Sceneggiatore e regista, Boris Khlebnikov, nato a Mosca nel 1972, ha studiato cinema al VGIK. Ancora studente, ha realizzato il documentario Passing By (1994) insieme a Aleksey Popogrebsky, con il quale ha co-diretto anche il suo film d’esordio Roads to Koktebel, passato ai festival di Mosca, Karlovy Vary e alla Semaine de la Critique di Cannes. Quest’opera di grande successo è stata l’esperienza che ha dato vita alla celebre società di produzione Koktebel. Free Floating, presentato nella sezione Orizzonti della Mostra di Venezia, è il primo film che ha diretto da solo, seguito da Help Gone Mad, presentato al Forum della Berlinale, e dalla regia dell’episodio “Vergogna” di Cotti d’amore.

Post correlati

In questa sezione

FACEBOOK

TWITTER

Ultime News

Comunicati stampa

Rimaniamo in contatto

Resta aggiornato su tutte le iniziative del Pesaro Film Festival

SPONSOR

)