Torna a Pesaro il malese Amir Muhammad, regista "contro"

TORNA A PESARO IL MALESE AMIR MUHAMMAD, REGISTA “CONTRO” CUI LA MOSTRA HA DEDICATO UN’AMPIA RETROSPETTIVA LO SCORSO ANNO

Pesaro, 27 giugno. Nuovo appuntamento ieri al Teatro Sperimentale con la sezione Bande à part che ha presentato Malaysian gods di Amir Muhammad, vecchia conoscenza del Festival del Nuovo Cinema che proprio nell’edizione dello scorso anno gli dedicò un’ampia retrospettiva.

Classe 1972, origini malesi-indiane, fede musulmana, spiccato senso dell’umorismo e dell’ironia, “nemico dello Stato”, Amir Muhammad si è imposto negli ultimi anni tra i nuovi protagonisti della scena culturale, ancor prima che cinematografica, della capitale malaysiana: Kuala Lumpur. E’ tra gli inventori del “Piccolo cinema della Malaysia”, uno dei “movimenti” più interessanti e vitali emersi con la commercializzazione delle videocamere digitali nella regione asiatica, nonché il più internazionale e, al contempo, il più “malaysiano” tra i giovani filmmaker di Kuala Lumpur. In appena 7 anni di attività registica ha portato a termine 8 lungometraggi (due dei quali sono stati banditi in Malaysia) e un ciclo di 6 cortometraggi. Malaysian gods è il suo ultimo film.

Malaysian gods pone lo sguardo sulle tante proteste che ebbero luogo nell’anno seguente alle dimissioni del vice Primo Ministro della Malesia Anwar Ibrahim. La sua espulsione e il successivo processo per corruzione e sodomia causò un’ondata di proteste da parte dei suoi sostenitori e di coloro che erano contro l’autorità del governo.
Il film evita di inserire immagini d’archivio, dando spazio a interviste con le persone che oggi vivono, lavorano o sono in visita negli stessi luoghi delle manifestazioni.
 


Documenti allegati

In questa sezione

FACEBOOK

TWITTER

Ultime News

Comunicati stampa

Rimaniamo in contatto

Resta aggiornato su tutte le iniziative del Pesaro Film Festival

SPONSOR

)