Torna a Pesaro il malese Amir Muhammad, regista "contro"

TORNA A PESARO IL MALESE AMIR MUHAMMAD, REGISTA “CONTRO” CUI LA MOSTRA HA DEDICATO UN’AMPIA RETROSPETTIVA LO SCORSO ANNO

Pesaro, 27 giugno. Nuovo appuntamento ieri al Teatro Sperimentale con la sezione Bande à part che ha presentato Malaysian gods di Amir Muhammad, vecchia conoscenza del Festival del Nuovo Cinema che proprio nell’edizione dello scorso anno gli dedicò un’ampia retrospettiva.

Classe 1972, origini malesi-indiane, fede musulmana, spiccato senso dell’umorismo e dell’ironia, “nemico dello Stato”, Amir Muhammad si è imposto negli ultimi anni tra i nuovi protagonisti della scena culturale, ancor prima che cinematografica, della capitale malaysiana: Kuala Lumpur. E’ tra gli inventori del “Piccolo cinema della Malaysia”, uno dei “movimenti” più interessanti e vitali emersi con la commercializzazione delle videocamere digitali nella regione asiatica, nonché il più internazionale e, al contempo, il più “malaysiano” tra i giovani filmmaker di Kuala Lumpur. In appena 7 anni di attività registica ha portato a termine 8 lungometraggi (due dei quali sono stati banditi in Malaysia) e un ciclo di 6 cortometraggi. Malaysian gods è il suo ultimo film.

Malaysian gods pone lo sguardo sulle tante proteste che ebbero luogo nell’anno seguente alle dimissioni del vice Primo Ministro della Malesia Anwar Ibrahim. La sua espulsione e il successivo processo per corruzione e sodomia causò un’ondata di proteste da parte dei suoi sostenitori e di coloro che erano contro l’autorità del governo.
Il film evita di inserire immagini d’archivio, dando spazio a interviste con le persone che oggi vivono, lavorano o sono in visita negli stessi luoghi delle manifestazioni.
 


Documenti allegati

FACEBOOK

TWITTER

Ultime News

Comunicati stampa

Rimaniamo in contatto

Resta aggiornato su tutte le iniziative del Pesaro Film Festival

SPONSOR

)