Viaggi onirici in una Tel Aviv in movimento

VIAGGI ONIRICI IN UNA TEL AVIV IN MOVIMENTO
CON UN FILM SENSORIALE: THE INSOMNIAC CITY CYCLES DI RAN SLAVIN

Pesaro, 25 giugno. Per la retrospettiva sul Cinema Israeliano contemporaneo, subito dopo la proiezione ieri sera in piazza del film Tehilim di Raphaël Nadjari, che ha chiuso lo speciale focus che la mostra di Pesaro ha dedicato alla produzione israeliana del regista francese, è stato presentato al Teatro Sperimentale alle ore 23:30 The insomniac city cycles di Ran Slavin, alla presenza del regista.

“Un film di fantascienza noir sperimentale”, come lo ha definito lo stesso Slavin. “The Insomniac City Cycles è un’opera senza fine, uno spazio aperto che accoglie lo spettatore e lo lascia libero di volare tra inquadrature, effetti visivi e suoni per costruire il proprio viaggio onirico”.

Il film racconta la storia di un uomo che soffre di insonnia e cerca di ricordare se davvero qualcuno gli abbia sparato in uno dei parcheggi sotterranei della città di Tel Aviv. L’uomo non riesce a capire più cosa sia vero e cosa sia un sogno, mentre la città in continuo movimento assume le sembianze della condizione umana.

Ma la tecnica usata da Ran Slavin ha poco a che vedere con la classica narrazione cinematografica come lo stesso regista ha tenuto a precisare: “Con questo film ho voluto spezzare le convenzioni cinematografiche. È una contaminazione tra installazioni di videoarte e la consueta narrazione cinematografica. Volevo che fosse un film in espansione, con un’aspettativa di vita più lunga. Come una sorta di partitura, un film sensoriale che rimanesse sempre aperto come i nostri cinque sensi”.

 


Documenti allegati

In questa sezione

FACEBOOK

TWITTER

Ultime News

Comunicati stampa

Rimaniamo in contatto

Resta aggiornato su tutte le iniziative del Pesaro Film Festival

SPONSOR

)